#TLC – Se non conosci i Centralini Virtuali e i potenti benefici che possono apportare al tuo Business, allora questo post fa al caso tuo.

Un centralino virtuale non è altro che un software capace di riprodurre tutte le funzioni (e piú), di un centralino fisico (classico).

  • Risponde per te.
  • Smista le chiamate in entrata alla scrivania/e che decidi tu,
  • Richiama per te appena l’utente prima cercato, è libero.
  • Ti consente di registrare un messaggio o di installare un musichetta di attesa (anche in mp3).
  • Avverte il chiamante degli orari di ufficio, delle festività o delle ferie.
  • Puoi avere il controllo totale su tutte le chiamate, in entrata e in uscita e finache su quelle perse (ti mostra i numeri per intero).

…ma non è ancora finita qui

Oltre tutto questo e altro, fa anche un’altra cosa e che sicuramente ti piacerà moltissimo: ti fa risparmiare un bel pó di soldini. Come? Adesso te lo spiego.

La prima cosa che elimina, è il costo annuale per la manutenzione, in quanto non ne ha bisogno. Non ha parti meccaniche ne elettriche, praticamente è indistruttibile e soprattutto non invecchia mai.

Finanche la programmazione puoi farla Tu, in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo. Ti basta accedere alla sua interfaccia internet (una normale pagina web) e apportare le modifiche che vuoi e in maniera molto semplice, veloce ed intuitiva.

Adottando un Centralino Virtuale puoi dire addio a perdite di tempo e di chiamate.
Costi per sostituire vecchie schede o implementarne nuove. Lunghe ed strenuanti attese prima di veder comparire sull’uscio il tecnico.


Immagino che adesso però, dopo tutta questa lunga lista di benefici, ti starai chiedendo quali sono le controindicazioni.

Beh, devo sinceramente dirti che finora non ne ho trovate, tranne il fatto che non è tuo, quindi non puoi trasportarlo se cambi l’ubicazione del tuo ufficio o della tua azienda, ma ti basta mantenere in piedi il contratto con il gestore che te lo fornisce e ti seguirà ovunque.

Ora però vediamo come puoi ottenerlo

Da quel che ho scritto sopra spero di averti trasferito il mio parere favorevole su questo servizio, ma c’è ancora un’altra cosa che non ti ho detto.
E’ a costo zero. Praticamente non lo paghi, è sempre incluso nella tariffa del servizio che acquisti.

Ideale per chi sta aprendo una nuova attività e sta cercando un servizio evoluto e conveniente. L’unica cosa è che al momento non è diponibile per tutti i tipi di Clienti.
La condizione sine qua non per averlo, è che tu abbia almeno 2 linee telefoniche (fisse).

Ci sono più di un Gestore che offre questo servizio, seppur con caratteristiche diverse e tariffe differenti tra loro, ma diciamo che sono tranquillamente abbordabili.

Quale Gestore prendere in esame ??

Questa è una cosa che per i miei Clienti ovviamente decido io, a seconda di quel che hanno realmente bisogno di ottenere. E poi perchè, cmq e sempre tutto legato alle verifiche da fare sulla qualità della rete dati che arriva fino a te, se non ci sono i parametri giusti, si opta per altre soluzioni.

Se vuoi approfondire il discorso possiamo farlo insieme, clikka sul tastino e mettiamoci in contatto.

button FAI LA TUA DOMANDA

Buon lavoro. Ciao!

Annunci

#Gas – Sale il prezzo all’ingrosso. Come non cadere in trappola.

Quotazioni GAS Settembre 2018
Dal sito Borsa Elettrica – Specchietto Quotazioni GAS Settembre 2018

Stamattina il prezzo all’ingrosso, segna 30 euro a megavattora. Tradotto in lingua commerciale, 30 centesimi a metro cubo.

Ormai sono mesi che il prezzo sale, le ragioni sono tante, ma quel che conta per te, è conoscere il prezzo all’ingrosso.

Quando dico all’ingrosso, ti sto dicendo, che quello è, in linea di massima, il prezzo di acquisto per i fornitori, quindi senza aggiunta del loro guadagno e soprattutto senza aggiunta delle altre componenti presenti in fattura.

In queste condizioni di mercato, l’unico modo che hanno i venditori di prezzo per apparire appetibili ai clienti, è quello di presentare listini con prezzi di copertina molto bassi, per poi andare a recuperare aggiungendo voci non visibili ad occhio inesperto.

Passaparola ed avverti i tuoi amici di settore e, fai molta attenzione a chi ti affidi.

Prezzogas.it – L’unica agenzia dedicata al mondo gas

Buon lavoro. Ciao !!

#Energia – Prezzo a Pun. Cosa significa, come funziona e cosa devi sapere in merito.

In questo momento di mercato elettrico cosi instabile, il PUN è una delle soluzioni maggiormente proposte dai Venditori.

Credo valga la pena capirne un po’ di piú sul funzionamento di questa formula di vendita, quindi ripropongo un post che scrissi qualche anno fà.
Buona lettura e Passaparola.

LUXtel

GME - Valore PUN

Eccoti quà. Probabilmente sei in cerca di una spiegazione su cosa sia il PUN , magari sei un cliente che non ha ricevuto la giusta spiegazione o che vuol verificare quel che gli hanno detto o forse sei un neofita che vuole istruirsi. Chiuque tu sia, ti assicuro che sei capitato nel posto giusto, per tanto ti consiglio vivamente di arrivare fino in fondo perchè in modo molto semplice (almeno lo spero) capirai bene cosa significa PUN ; avere un prezzo a PUN ; come si vende e come si acquista il PUN .  A fine lettura però ti chiedo di farmi un favore; dovresti commentare e dirmi il motivo di questa tua ricerca.Grazie.

Cosa significa PUN

Definizione del PUN: Prezzo Unico Nazionale. Tale definizione può dire tutto e può dire niente, quindi per iniziare a fare un pò di chiarezza, è opportuno spiegarti come e dove i gestori/fornitori…

View original post 1.076 altre parole

#Energia – Perchè sta salendo il prezzo. La mia teoria e come puoi difenderti.

Le due immagini che vedi sopra, la prima riporta nella colonna “media” , il prezzo medio dell’anno di riferimento. La seconda invece l’andamento, sempre del prezzo medio, da Gennaio ad Agosto 2018 .

Nell’istante nel quale sto scrivendo, ti dico già che per Settembre, è ancora più alto il prezzo.

Cosa sta accandendo sul mercato

Ormai è più di un anno che assisto ad un’ inarrestabile crescita prezzo dell’Energia e anche del Gas, si perchè devi sapere che le due cose sono sempre collegate e in futuro lo saranno sempre di più.

Guardando lo storico degli ultimi 10 anni , dove in media il prezzo era + o – quello odierno è ormai chiaro che le due annate, 2015/2016 , nelle quali il prezzo aveva toccato il minimo storico dei 30 euro per Mwh (Megawattora) o se vuoi dei 3 centesimi per Kwh (kilowattora) , si può tranquillamente dire che è stata un’anomalia , una distorsione del nostro mercato Italia. Un evento del quale tutti abbiamo beneficiato, Clienti , Fornitori e Venditori , ma è sempre più evidente che difficilmente torneremo a quei prezzi, secondo me per almeno i prossimi 2 anni, poi tutto può cambiare i pochi mesi e tutti ce lo auguriamo.

A questo andamento, mi sono dato una spiegazione, sia chiaro è una mia teoria, non ho documentazione a supporto, ma credo sia giusto che un Venditore si faccia la sua idea, in modo da potersi regolare bene quando propone un prezzo ai suoi Clienti, cercando di non esporli a rischi economici che li possono solo danneggiare.

La mia ipotesi è questa:

Dovresti già sapere che il Mercato di Tutela, quello gestito per il 90% da Enel, (Oggi denominato Servizio Elettrico Nazionale) il 30 giugno 2019 dovrebbe chiudere e che tutti – privati e piccole attività – dovranno scegliersi un fornitore sul mercato libero.

Ebbene, questa data molto probabilmente sarà spostata al 2020, grazie ad un provvedimento di rinvio, inserito nell’ultimo decreto cosi detto Mille Proroghe, votato qualche giorno fà, dell’attuale governo Lega-5 Stelle.

Ora ti dò due numeri per seguire bene il mio ragionamento. Leggi con attenzione.

Il mercato di Tutela, gestisce ancora il 70% di tutte le utenze presenti nel Paese, un enormità di kilowattora ( miliardi di kwh) e di denaro che oggi confluisce nelle casse di Enel (e non solo), la quale pur essendo il primo fornitore del mercato, ancora non è pienamente organizzato per affrontare questo enorme cambiamento.

Certo, ormai da anni ha creato il suo Alter Ego sul mercato libero, Enel Energia, ma ha commesso un errore enorme: ha lavorato male.

Il 99% degli utenti in Tutela, passati ad Enel Energia, ha speso più di quanto spendeva prima e non solo. Le pratiche adottate per “spostare” questi Clienti sono state spesso oggetto di reclami da parte dei Clienti, finanche di associazioni di consumatori che gridavano e gridano ancora, alla truffa, attirandosi cosi molte antipatie ed astio.

Tutto questo cosa ci dice, ci dice che in una eventuale e forzata scelta di un nuovo fornitore, quanti Clienti perderebbe Enel ?? Tanti, te lo dico io, tanti = Tanti tanti soldini in  meno.

Infatti nel frattempo, in virtù di questo cambiamento, stanno nascendo una miriade di piccoli fornitori locali, che si prefiggono di prendere in fornitura i loro concittadini, che magari conoscono di persona, con i quali fanno colazione al bar la mattina e con i quali sarà più facile stabilire un rapporto di fiducia. Basta guardare quanti negozi di vendita si stanno aprendo e che offrono non solo contratti di energia, ma tutta un’altra serie di prodotti ad essa collegati: caldaie, lampade led, bici elettriche ed altro.

Questo enorme rischio di perdita per i Big del mercato, quelli che oggi gestiscono la Tutela che oltre ad Enel sono: IREN, A2A , Acea, Heracom e qualcun altro, non può che “drogare” il mercato.

Loro non hanno nessun interesse allo spezzatino che si potrebbe verificare, ma potrebbero invece avere interesse nel sostenere questo andamento di prezzi crescenti, che altro non fa che mettere in difficoltà molti fornitori, quelli che non hanno adottato le giuste cautele a copertura delle loro politiche commerciali basate sempre sul prezzo piú basso e che potrebbero fallire o essere comprati , come già successo ad alcuni tra il 2017 e il 2018 .

Come puoi affrontare tu Cliente tutto questo ??

Qui non c’è bacchetta magica ne strategia che tenga, forse ti aspettavi la soluzione al problema, mi spiace deluderti ma non c’è. Chi ti dice che c’è, te lo dico senza peli sulla lingua: Sta provando a truffarti.

Sulla salita del prezzo nessuno può farci nulla,  dobbiamo subirlo, Tu, io, tutti .
L’unico mezzo di difesa che hai, ed è questo il mio suggerimento per Te , è quello di muoverti con cautela, scegliendo di legarti ad un fornitore magari poco conosciuto, con un prezzo in linea con il mercato, ma che tiene davvero ai suoi Clienti oppure ad un Venditore professionista, uno che segue davvero il Cliente e che possa fornirti le giuste indicazioni per ottenere un buon servizio, che ti spieghi cosa paghi e perché.
Ti Garantisco che già questo, basta per ottenere un reale risparmio.

Mi auguro di esserti stato utile e prima di salutarti, ti invito a commentare e al passaparola, condividendo con i tuoi amici o colleghi questo messaggio.

Se vuoi farmi domande su un qualcosa di specifico, clikka sul tastino.

button FAI LA TUA DOMANDA

Buon lavoro. Ciao !!

P.s.
Se hai trovato interessante questo articolo, iscriviti al Blog per continuare a seguirmi e leggere in anticipo i prossimi post.