#Tlc – Telefonia mobile low cost

Ci risiamo, nel mondo della telefonia mobile riparte la guerra dei prezzi ed io con questo articolo, cercherò di illustrarti lo sceniario che si sta delineando e quali saranno cause ed effetti”.

Tutto parte dalla fusione di Wind/Tre , nella quale ci ha messo lo zampino l’Europa , la quale ha si permesso questa unione, ma ha intimato alle due Company  di rinunciare ad un determinato numero di frequenze da dover poi rimettere sul mercato. Queste frequenze, sono state acquistate da una compagnia francese , che risponde al nome di Iliad, seppur il marchio di vendita utilizzato in Francia, è Free , la quale è stata favorita a Fastweb (cosa che a parer mio sarebbe stata la scelta giusta)  e che probabilmente inizierà a commercializzare le sue proposte dal prossimo anno, se non prima. Quindi da quella che sembrava fosse la soluzione ideale e cioè non più 4 (troppi) gestori ma 3 , non solo siamo ritornati al punto di partenza, ma si è già scatenata di nuovo la guerra dei prezzi.

Siccome questa Iliad è famosa per aver abbattuto di tanto i costi in Francia, per timore che possa fare la stessa cosa in Italia, i nostri gestori si stanno già organizzando. Tim dal canto suo, ha già messo in campo la sua compagnia low cost, Kena Mobile, Vodafone lo farà tra qualche mese utilizzando il brand Vei. A queste ci sono da aggiungere i già presenti MVNO (gestori virtuali) e cioè: Poste Mobile (su rete Wind) – Coop Voce (su rete Tim) – Fastweb (su rete Tim) Tiscali (su rete Tim) e qualcun altro.

Effetti Positivi

I dati sulla telefonia mobile, ci dicono che ormai la richiesta si è spostata dal voce ai dati e pertanto fioccano offerte con pacchetti dati molto ampi a prezzi stracciati. Il cliente finale sicuramente è felice di questa situazione, ormai con 10 euro mese si possono avere minuti ed sms illimitati e dai 7 ai 13 Gb di taffico dati.  Ecco questo è l’unico beneficio che questa situazione ha portato, i contro sono almeno 3.

Effetti Negativi

Uno su tutti, i licenziamenti di migliaglia di operatori del settore, visti i bassi ricavi, non ci sono più i margini per mantenere l’occupazione, che già in molti casi era sottopagata, ma desso manco più quei 4 pidocchi potranno guadagnare.

Il secondo svantaggio, collegato al primo, sarà la quasi totale assenza di comunicazione con il servizio clienti, tutti andremo ad interargire con le chat presenti sulle App del proprio gestore, con tutto quello che ne consegue in termini di assistenza.

Terzo e non ultimo, se prima i call center ti massacravano per proporti le loro offerte, adesso sarà ancora peggio e se non arrivano al cliente in quel modo, allora ci arriveranno con la pubblicità sul web, quella che ormai ti devi sorbire prima di ogni video su youtube, oppure mentre scorri una qualsiasi pagina web.

Per chi invece preferisce avere un servizio decente , allora non gli resta che essere cliente Vodafone Business oppure Tim , i due gestori che non si faranno mai più di tanto la guerra, ma che invece punteranno ad avere sempre più, una clientela d’elite.

A Presto. Ciao..!!

Contattaci per una consulenza gratuita

#Tlc – Ecco perchè LUXtel diventa Multibrand.

diapositiva1

Dopo anni nei quali abbiamo avuto un unico Brand forte , Vodafone, da qualche tempo abbiamo deciso di estendere la nostra collaborazione con altri Brand del settore.

Il progetto è partito ed è attivo da diversi mesi, ma non era di dominio pubblico in quanto ritenevo di dover prima fare un periodo di prova.

Il segnale forte che ha dato il mercato e che ci ha spinto a questa scelta, è stato il prepotente ritorno della rete fissa dopo anni di sudditanza alla mobile.

LUXtel è nata nel lontano 2003 vendendo solo contratti di rete fissa in CPS (senza il distacco da Telecom) , in Partnership con un piccolo gestore e avendo tutti i grandi contro. Li abbiamo cosi potuti osservare accumulando tantissima esperienza, in termini tecnici e sulle varie tecnologie utilizzate nel tempo, tanta da poter tranquillamente asserire che poche agenzie vantano tali conoscenze. Da anni sapevo che questa scelta sarebbe arrivata, ma ho volutamente atteso che i tempi “tecnologici” fossero maturi ed oggi ritengo che lo siano.

Di sicuro non abbiamo la soluzione a qualsiasi problema, chi dice queste cose significa che di Telecomunicazioni non ne capisce nulla , fa solo Marketing a suo vantaggio, ma sicuramente adesso il ventaglio di proposte per i nostri Clienti e per quelli che verranno,  diventa più ampio.

Contattaci riempiendo il modulo e vieni a scoprire il nostro modo di lavorare.

A Presto. Ciao..!!

#Tlc – Ci avevano garantito la fibra e ci siamo ritrovati un’altra ADSL.

Chissà quante aziende possono riconoscersi in questo titolo, secondo me tante ed è a queste, che meritano rispetto e che magari sono in cerca di risposte reali mai avute, che voglio dare una breve spiegazione ed un consiglio spassionato.

Clikka sulla foto e leggi bene cosa c’è scritto

fastweb

Questa è una normale ricerca che può fare chiunque sul sito di Fastweb, (un ottimo fornitore di ADSL e Fibra) ,  ma poteva essere un qualsiasi altro gestore di quelli che ti permettono di verificare dal loro sito, la copertura dell’indirizzo di installazione . Dice che c’è fibra 100 mega.

Questa verifica, si rifà all’indirizzo di un mio cliente di energia, che si trova nel comune di Villaricca in provincia di Napoli, uno dei paesi che si incontrano percorrendo una strada lunga svariati kilometri. Una strada provinciale come se ne possono trovare tante altre in Italia. Beh di questi 100 mega, il cliente non ne può avere manco uno, la fibra da lui non arriva, passa fuori al suo cancello, ma il cavo non entra nella sua azienda.

Chiaramente di questa condizione pochi venditori possono sapere e prevenire una “bella sola” al Cliente, il restante si affida a queste verifiche e gli fa firmare il contratto tanto mal che vada una ADSL gliela portano lo stesso…

Allora tu dirai… ma perchè sui siti la verifica mi conferma la Fibra..??  Perchè dal sito o da qualsiasi altro metodo di controllo, si può arrivare a verificare solo fino agli armadietti che vedi su strada e non sempre, poi sarà il tecnico che deve attivare il servizio a verificare materialmente quel che si può attivare al Cliente.

Questo però te lo sto dicendo io, scordati che te lo dica ad esempio un operatore di call center, quello non capisce proprio nulla e fa come gli dicono attenendosi alla verifica del sito.

…e allora segui un consiglio spassionato

Io ho più volte ribadito qui su questo blog, l’importanza della preparazione tecnica che deve avere un venditore di telefonia fissa e ci ritorno ogni volta che posso farlo, dicendoti ancora una volta:

Se vuoi acquistare un servizio di telefonia fissa che si riveli con certezza quel che volevi , devi trovare il tuo venditore di fiducia, uno che ha storia alle spalle, lascia perdere i call center e soprattutto non volerti sostituire a chi un lavoro lo fa di mestiere, perchè ne saprà sempre più di te.

Adesso ti saluto e ti ricordo che se vuoi, per contattarmi puoi utilizzare il modulo nella pagina contatti.

A Presto. Ciao..!!

#Tlc – Una buona notizia per tutti.

E’ del 2 giugno questo articolo apparso su Repubblica.it , dove a parer mio è riportata veramente una buona notizia, per tutti i clienti di telefonia fissa che hanno fatto un’ altra scelta o per quelli che si preparano a farla.

Telecom ha deciso di aprire e di dare accesso alla sua rete in caso di guasti, anche ai tecnici di tutti gli altri fornitori. Ma la buona notizia non si ferma qui. E’ altresì importante il fatto che tutti i clienti, non solo quelli Telecom , saranno uguali e per uguali si intende che tutti utilizzeranno le stesse direttrici di traffico per fare/ricevere una telefonata o per la navigazione.

Il motivo per il quale Telecom si sia convinta a far questo, perchè è Telecom che ha messo sul piatto dell’AGICOM questa richiesta , probabilmente come puoi leggere dall’articolo, è in virtù dei tanti milioni di euro di multe che ha già pagato e che deve ancora pagare ad altri gestori, per conclamata concorrenza sleale.

Professionalmente non posso che essere contento, in quanto questo Mea Culpa da parte di Telecom, da finalmente le dovute soddisfazioni a chi come me, per anni ha combattuto i soprusi di questa azienda e sopportato i tanti “scienziati” che parlavano a vanvera accusando ingiustamente gli altri gestori per colpe che non avevano. Adesso mi auguro che  facciano finalmente silenzio.

Clikka per leggere l’articolo.

Telecom apre la rete: parità di trattamento ai clienti dei concorrenti